Formiamo un delegazione che visiti i profughi

Cari amici della Palestina,

vi invio il secondo comunicato del comitato “Per non dimenticare Sabra
e Shatila” (fondato da Stefano Chiarini), con l’appello  a formare una
delegazione che vada in Libano a settembre a visitare i campi dei
profughi palestinesi.

Non c’è bisogno che vi sottolinei l’importanza di questa presenza per
i rifugiati palestinesi, a evitare che siano definitivamente
dimenticati e cancellati dall’agenda politica mondiale.

Voglio piuttosto ricordarvi che si tratta di un viaggio che associa la
solidarietà politica a uno sforzo di conoscenza reale del paese, delle
sue istituzioni e forze politiche (di cui si incontrano le
rappresentanze, oltre a quelle delle forze palestinesi), della sua
situazione, entro cui si inquadra la situazione dei campi. Per questo,
è un viaggio importante, che dà molto a tutti quelli che vi
partecipano.

Buona lettura! Marta

Comitato

Per non dimenticare Sabra e Shatila

Con i rifugiati palestinesi, con la Palestina libera

Beirut, 13- 20 Settembre 2009

Cari compagni e amici,

il Comitato Per non dimenticare Sabra e Shatila tornerà a Beirut anche
quest’anno per l’anniversario del massacro del settembre 1982: la
partenza è prevista il 13 settembre, con ritorno il 20.

Insieme ai nostri amici palestinesi, abbiamo deciso di non spezzare
questo filo che lega ormai molte realtà del nostro paese, singoli e
associazioni, ai campi profughi del Libano. Purtroppo, ogni anno la
solidarietà ai rifugiati è sempre più importante; tra guerra e finte
trattative, infatti, la realtà di chi è stato cacciato dalla propria
terra continua ad essere senza futuro e priva di ogni dignità. Per
questa la solidarietà politica che il Comitato si impegna a portare
ogni anno in Libano è un segnale importante per i palestinesi degli
oltre dodici campi profughi.

Quest’anno il nostro viaggio cade nel pieno periodo del Ramadan – con
tutto quello che comporta negli orari e delle usanze – ma,
ciononostante, avremo assicurata una agenda di incontri che ci
consentiranno di conoscere la realtà dei campi profughi e di dialogare
con esponenti delle istituzioni libanesi, rappresentanze parlamentari,
esponenti della resistenza libanese e probabilmente il capo dello
Stato, ai quali esprimeremo il nostro sostegno totale a fianco della
Palestina e dei rifugiati palestinesi nel paese dei Cedri, affinché
possano vivere in condizioni migliori il loro esilio (in fondo vi
proponiamo una breve scheda sui campi in Libano).

Potremo avere un calendario dettagliato delle nostre attività solo
verso la metà di agosto: occorre ricordare che il prossimo 7 giugno
sono previste le elezioni politiche in Libano, un evento molto
importante dal quale è atteso un cambiamento del clima politico che
non potrà non determinare uno slittamento di molte attività.

Annunci

0 Responses to “Formiamo un delegazione che visiti i profughi”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...





%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: