In Italia il gruppo musicale Al Guirab band

Le controversie sociali e giuridiche minano gravemente l’avvenire professionale dei giovani palestinesi.

Se riconosciamo che l’educazione ha sempre rappresentato un capitale prezioso nella lotta politica dei palestinesi della diaspora, che i palestinesi vanno orgogliosi della qualità dei loro intellettuali nel mondo arabo ed oltre, bisogna purtroppo ammettere anche che la popolazione palestinese in Libano ha conosciuto un degrado brutale del suo livello scolare. Mentre la prima generazione di rifugiati aveva beneficiato di una assistenza scolare esemplare, negli ultimi tempi la riduzione drastica dei finanziamenti dell’UNRWA per i servizi sociali (istruzione, borse di studio, stipendi, assistenza medica ed alimentare) ha comportato l’abbandono anticipato della scuola.
Scoraggiati dall’assenza di prospettive professionali, demotivati da una formazione di qualità mediocre, dagli insegnanti spesso assenti, dalle classi sovraffollate, spesso con l’esempio del proprio genitore diplomato, ma disoccupato, pressati dalla necessità di portare denaro alla propria famiglia, sempre più spesso i giovani abbandonano gli studi prima del dovuto.
I palestinesi rimangono, ancora oggi più di ieri, i più discriminati tra i lavoratori stranieri in Libano, sia arabi (i lavoratori siriani) sia non arabi (la mano d’opera sri-lankese o filippina, molto impiegata soprattutto nel lavoro domestico) nonostante che la maggioranza di essi vivano nel paese da più di tre generazioni.
Per queste ragioni ULAIA ArteSud onlus ha scelto di sostenere le Associazioni Palestinesi che agiscono nel campo sociale ed educativo, soprattutto verso i giovani.
Una Società migliora se stessa partendo dai propri giovani, e in una Società che non lascia presagire un futuro roseo per loro già in quanto giovani, come non rivolgersi a questi ragazzi che, oltretutto, hanno anche l’handicap di essere palestinesi?
L’Associazione palestinese partner, The National Institution of Social Care and Vocational Training (Beit Atfal Assomud ) presente nei campi profughi palestinesi in Libano con l’obiettivo di contribuire allo sviluppo delle possibilità economiche e lavorative delle famiglie, attua programmi di sostegno per le necessità scolastiche, sanitarie e ricreative, e provvede a speciali programmi rivolti alle donne ed ai giovani. La GUIRAB band del campo di Burj al Chamali, è un programma rivolto ai giovani che cerca di creare un “Ponte di musica” (dal nome della manifestazione che ci ospiterà in diverse città della Puglia) tra i campi ed il resto del mondo.

Invitarli in tournée significa, dare un risvolto al lavoro della Beit Atfal Assomud, significa dare ai ragazzi una motivazione in più nello studio dello strumento, significa dare…….. le ali alle note!

Grazie a chi l’ha reso possibile, al Servizio Civile Internazionale, a tutte le Associazioni che l’hanno condiviso e sostenuto ospitandoci, alle Istituzioni con il loro patrocino.
per informazioni:
http://www.myspace.com/ulaiaartesudonlus

IL CALENDARIO PROVVISORIO DELLE LORO ESIBIZIONI

Ecco il calendario:

14 – arrivo Roma
15 – Roma, Casetta rossa (Garbatella) Festa dell’altra estate
16 – da definire
17 – Roma, Il canto dei popoli (Garbatella)
18 – Nerviano (MI)
19 – Nerviano (MI)
20 – trento o Foligno
21 – Trento o Foligno
22 – Livorno
23 – Brindisi
24 – Matera
25 – Acerenza
26 – riposo
27 – Grottaglie
28 – Terlizzi
29 – Mola di Bari
30 – riposo
31 – da definire
1 – da definire
2 – da definire
3 – partenza

0 Responses to “In Italia il gruppo musicale Al Guirab band”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...





%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: