Vicenda Toni- De Palo: ancora nessun accesso alle carte

(ANSA) – ANCONA, 1 MAR – La possibilita’ di prendere visione di parte dei documenti relativi alla vicenda dei giornalisti scomparsi in Libano Italo Toni e Graziella De Palo, da cui e’ stato tolto il segreto di Stato, ‘sembrava imminente, ma il prolungarsi dei tempi ci turba un po”. Lo ha detto Aldo Toni, fratello di Italo, riferendosi alla decisione del governo, lo scorso dicembre, di desecretare oltre mille documenti del Sismi (l’ex servizio segreto militare, oggi Aise). I familiari dei due giornalisti contavano di poter esaminare le carte gia’ a gennaio.‘L’ex presidente del Copasir, Francesco Rutelli, si e’ impegnato a portare avanti un’azione a livello politico per spingere i tempi. Con D’Alema, invece (attuale presidente del Copasir), non abbiano ancora avuto contatti’.

Il segreto di Stato sulla vicenda Toni-De Palo era stato apposto dal governo Craxi nel 1984, in particolare sui rapporti intercorsi tra i servizi segreti italiani e l’Olp. I due giornalisti erano scomparsi in Libano il 2 settembre 1980. La De Palo, romana, allora 24/enne, e Toni, di Sassoferrato (Ancona), erano ospiti dell’Olp; il giorno della scomparsa si erano allontanati dall’albergo per visitare i campi profughi palestinesi, e poi scomparvero nel nulla.

Secondo Aldo Toni, i ritardi sarebbero da attribuire ai Servizi segreti, ‘che stanno esaminando i documenti decidendo quali possono essere messi a disposizione dei familiari e quali no’. (ANSA).

2 Responses to “Vicenda Toni- De Palo: ancora nessun accesso alle carte”


  1. 1 Giancarlo de Palo 1 marzo 2010 alle 23:18

    A nome dei familiari di Graziella de Palo, confermo e solidarizzo con le parole di Aldo Toni. A quasi 30 anni dal rapimento di Graziella e Italo, siamo in presenza di una vera e propria beffa da parte di Silvio Berlusconi.
    Ci auguriamo che il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano
    lo solleciti a mantenere le plateali affermazioni comunicate all’ex Presidente del COPASIR Francesco Rutelli ed al nostro legale Tommaso Mancini.

  2. 2 DAMIANO BECHIS 26 gennaio 2011 alle 23:39

    ….di cantare il cantatore non ne vuol sapere….. ma sa’ il cantatore donde volger iul canto per trovar risposta e indicar infine donderiposan li santi che per su cantar son morti….
    dio ci perdoni per quel che abbiamo fatto e per quel che faremo…
    eeeee per cantar la giusta canzon domandar al charlie charlie…che per udirla li santi tenem che cantar SOTTOVOCE alla citta sportiva……


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...





%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: