Una mostra: Automatismi residui

Evento/mostra “AUTOMATISMI RESIDUI” degli artisti : Elie Abou Samra e Jorg Christoph Gronert a cura di Rolando Alfonso.
La mostra è il coronamento di uno scambio artistico nato alcuni anni fa tra i due artisti in Libano e che desidera porre all’attenzione del pubblico italiano la produzione ultima 2010.
Venerdi 16 aprile 2010, ore 18,00, Ex Aurum Piano Terra Ala Nord, Via F. D’Avalos, Pescara, sarà inaugurata la mostra: AUTOMATISMI RESIDUI: Viaggio alla base di uno scambio necessario. Opere 2010,  di Jòrg Christoph Grònert ed Elie Abou Samra, a cura di Rolando Alfonso.
 I due artisti che – si sono conosciuti durante il progetto “La Linea di Pace“, attività culturali internazionali che l’associazione Deposito Dei Segni  Onlus promuove tra il Libano e la Regione Abruzzo dal 2004, – hanno da tempo avviato uno scambio artistico che vedrà in esposizione, in anteprima per il pubblico italiano, la loro ultima produzione:  AUTOMATISMI RESIDUI: Viaggio alla base di uno scambio necessario. Opere 2010.
 Entrambi hanno maturato la loro formazione estetica in Italia. Jòrg Christoph Grònert, scultore, performer e drammaturgo nato Kòln, Germania presso l’Accademia delle Belle Arti di Aquila. Elie Abou Samra, pittore nato a Beirut, Libano, presso l’Accademia delle Belle Arti di Venezia. Ricordiamo brevemente alcune tra le mostre a cui ha partecipato l’artista Elie Abou Samra: Braziers International Artists’ Workshop, Oxfordshire, Inghilterra; Arts Council England/Braziers International Artists’ Workshop Residency in Association with Westbury Farm Studios, Milton Keynes, Inghilterra, 2006.  Di particolare rilievo la mostra antologica dell’artista tedesco Jòrg Cristoph Grùnert “Le Vie dell’Esilio” allestita presso l’Ex Aurum di Pescara nel 2008.
 Le ultime opere di Jorg Grunert ed Elie Abou Samra, pur presentandosi con rese formali molto lontane tra loro – scultore/installatore il primo, pittore l’altro – possono iniziarci a riflettere su un paradigma operativo che le accomuna. Esse ci permettono di portare la nostra attenzione su di una particolare modalità dell’agire artistico che ha conformato, e quindi stabilito sin dagli esordi, la stessa identità dell’arte moderna e contemporanea.
 Un agire riferito a colui che è costretto a guardare la verità secondo uno stile soggettivo e non più oggettivo, e che soggiogato da un sostrato pulsionale inconscio fa emergere l’immagine, a lui pur sempre necessaria, da un ripetitivo atto di irresponsabilità corporea: l’automatismo. Fonte germinale, epifanica, dell’immagine necessaria alla costituzione del mondo. 
 Questo fondamento comune non decostruisce le due differenti storie personali che andiamo ad osservare, relegandole nei ristretti ambiti geoculturali – l’indomito raziocino purificatore/semplificatore del pensiero continentale in Jòrg Grùnert da un lato, la rincorsa metafisico/religiosa alla determinazione simbolica in Elie Abou Samra dall’altro –  anzi, con maggiore attenzione, possiamo dire che li costringe ad una verifica, continua e reciproca, di una comunicazione condivisa sul piano del “soccorso“. Difatti, entrambi si aiutano sulla soglia di una deriva resa impersonale e cruda dalla forza distruttiva della storia umana contemporanea. Storia che con la sua fattualità ineluttabilmente oggettiva si è determinata nel limes di un medioriente, il Libano, ormai privo della sua tradizionale funzione di cerrniera culturale tra oriente ed occidente. Elie Abou Samra si appoggia alla natura intrinseca del mito, Jòrg Grùnert a quella della tragedia.
 La mostra visibile fino al 2 maggio 2010, sarà accompagnata dal catalogo con testo critico del curatore  Rolando Alfonso, e foto di Gino Di Paolo.
Orari: martedì/sabato ore: 10.00/13.00 – 16.00/19.00; domenica ore: 16,00/19,00; lunedì: chiuso.
Per info + 39 348 7426429
 
 
 

0 Responses to “Una mostra: Automatismi residui”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...





%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: