Palestinesi in libano, secondo un rapporto d’intelligence occidentali

15 aprile 2010 Antoine Hayek – “Bulletin”:

Un diplomatico europeo riferendosi a una rapporto d’intelligence occidentali, ha detto che lo scenario in lavorazione al momento, da parte degli Stati della decisione, è di espellere i palestinesi che sono rifugiati in Libano, dopo il periodo bellico del 1975, verso i paesi arabi definiti relativamente caldi. E’ la sistemazione dei palestinesi registrati presso UNURWA l’organizzazione dell’Onu per i rifugiati palestinesi in libano. Ed ha aggiunto, che questo avverrà con il consenso di alcuni leader libanesi che hanno promesso di facilitare questa sistemazione, con l’approvazione e il coordinamento di alcuni paesi arabi e regionali, che ora sono tutti  convinti di presentare il progetto e i suoi dettagli: scenari e meccanismi di attuazione.


Il “Bulletin” in precedente articoli di fondo, aveva parlato, dopo  l’episodio Kousaia, dello scenario di trasferire le armi palestinesi fuori dai campi verso l’interno per stringere la presa della Siria sul resto delle organizzazioni palestinesi, cosi detti dell’orbita moderato di Egitto e Arabia Saudita con il sostegno occidentali e arabo. Il diplomatico occidentale prosegue a parlare dello scenario, l’Occidente ritiene che sarà sufficiente affinare questi elementi fare esplodere la situazione all’interno dei campi in un onda omicida di oppositori politici di questa tendenza, seguita da una campagna di arresti e deportazione che sono spesso accompagnati dalle dilemmi di sicurezza e di ri-posizionamento.


Al tempo stesso, rivela il diplomatico, che la tendenza è verso la deportazione di un numero considerevole di palestinesi, non è registrato all’UNURWA, che erano arrivati per  fornire assistenza militare nei periodi della guerra civile in Libano, fin dagli anni settanta del secolo scorso. Saranno trasferiti (deportati) al confine libico – egiziano, e verso altri zone in Iraq, con particolare richiesta ai paesi ospitanti della necessità di concedergli il diritto al ricongiungimento familiare, in una grande operazione di inserimento per i palestinesi che permette loro di muoversi tra Libano, Siria, Giordania e altri paesi arabi interessati. Tutta l’operazione ha un finanziamento arabo, e sotto gli auspici europeo e occidentale dall’altro. Allo  stesso tempo  sarà accompagnata, con incentivi e
investimenti economici, finanziario, e sociale da parte delle imprese in forma di progetti, con priorità di favorire la manodopera palestinese in cambio di salari elevati e il diritto di soggiorno, lavoro e al ricongiungimento familiare, qualcosa che assomiglia alle migrazioni forzate,  sotto un forte stringimento sui campi in Libano.

 

Il diplomatico conferma, che lo scenario è stato elaborato dall’amministrazione del presidente Barack Obama, ed è stato messo su un fuoco ardente, In modo da fare apparire le caratteristiche, agli occhi e rispondere a più di una questione sollevate da ambienti politici locale: come quale è il segreto nascosto dietro nel consentire  alla Siria di ristabilire pienamente il suo ruolo, dopo un soffocante isolamento che poteva far cadere il regime? O quale è la bacchetta magica che potuto risolvere la crisi, tra Siria e  Arabia Saudita, dopo un lungo allontanamento, e quindi l’accettazione del Regno di svolgere il ruolo di comparsa? Dopo avere giocato ruoli da protagonista sulla gestione politica del islam sunnita in Libano. E ancora, il crescente parlare del problema palestinese, che è diventato quasi il pane quotidiano della politica libanese?

Tutto questo, torna a confermare che gli Stati interessati prevedono di attuare pienamente questo scenario in due anni, e contemporaneamente il governo libanese dovrà garantire il diritto al lavoro, residenza e all’assistenza medica per i rimanenti palestinesi in Libano.

 
 

 

Traduzione a cura di

BassamSaleh.
 

 

0 Responses to “Palestinesi in libano, secondo un rapporto d’intelligence occidentali”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...





%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: