Posts Tagged 'Palestina'

Per non dimenticare… Ghassan Kanafani

kanafani

Domani saranno quaranta quattro anni, da quando l’8 luglio 1972 veniva barbaramente assassinato a Beirut, insieme alla sua nipotina di 16 anni, per Mano del Mossad, l’intellettuale palestinese Ghassan Kanafani. Leader del fronte Popolare (Fplp), giornalista e scrittore, Kanafani, nato ad Acri il 9 aprile (il giorno del mio compleanno) 1936, ci ha lasciato opere indimenticabili, fra queste Ritorno ad Haifa, un libro che conserva la sua straordinaria attualità anche a distanza di tanti decenni.
Aveva dodici anni quando fu creato lo stato di Israele nel 1948, la Nakba (il disastro), e fu testimone al tragico episodio del massacro degli abitanti del villaggio arabo di Deir Yassin. Da questo momento la sua vita e le sue esperienze rappresenteranno le tappe del popolo palestinese, dalla diaspora alla presa di coscienza della sconfitta dell’esercito arabo all’umiliazione e alla perdita di identità. La sua famiglia si rifugiò dapprima in un villaggio del Libano meridionale nella speranza di ritornare al più presto a casa. Successivamente dopo un periodo in Siria e in Kuwait ritornò stabilmente nel 1960 a Beirut, contribuendo, insieme a George Habbash, alla nascita del Fronte Popolare.
La vera colpa di Kanafani, agli occhi di Israele, non era solo l’essere palestinese e militante marxista, ma soprattutto rappresentare al mondo uno spaccato della società palestinese laica, aperta e amante dei diritti e della libertà. Una colpa imperdonabile, che lo ha condannato.
Da anni mi occupo di Palestina e nello specifico da tempo mi interesso attraverso il Comitato per non dimenticare… Sabra e Chatila (fondato dal mai dimenticato Stefano Chiarini) dei diritti dei rifugiati palestinesi. In tanti mi hanno chiesto consigli sui libri da leggere per comprendere le origini del dramma a cui questo popolo è stato condannato dai silenzi e dalle complicità di tanti Paesi, a tutti ho sempre risposto che Ritorno ad Haifa è una lettura indispensabile.
Per tutte queste ragioni oggi ho voluto ricordare questa grande figura della resistenza palestinese. Ma soprattutto il pensiero a uomini come Ghassan Kanafani va in un momento nel quale in Medio oriente e nel mondo sembra prevalere la barbarie. Una barbarie tutta figlia del colonialismo occidentale, complice e responsabile della nascita degli embrioni di estremismo religioso quali Al Qaida e Isis.
Non dimentichiamo…
Maurizio Musolino

Annunci

Missione Libano Settembre 2013: con i palestinesi, sempre!!!

filo spin palestinaCari amici della Palestina,

Siamo pronti per raccogliere le vostre adesioni per formare la delegazione del Comitato Per non dimenticare Sabra e Chatila che si recherà anche quest’anno in Libano in occasione dell’anniversario del massacro di Sabra e Chatila. Sarà un appuntamento importante perché oltre a ricordare con varie iniziative i trent’uno anni dall’eccidio, sarà l’occasione per conoscere e solidarizzare con i tanti palestinesi costretti a fuggire dalla Siria e quindi profughi fra i profughi. Una situazione drammatica ed esplosiva che si aggiunge alle già difficilissime condizioni in cui versano i palestinesi in Libano. I nostri compagni di Beit Aftal Assomud sono già impegnati nella programmazione dell’evento al quale noi daremo il nostro contributo di solidarietà, insieme ad altre delegazioni di paesi europei e non.

Il viaggio sarà l’occasione per conoscere la realtà palestinese da un punto di vista, quello dei rifugiati, quanto mai attuale e centrale. Il tema del diritto al ritorno per il popolo di Palestina, ignorato da troppi, dentro e fuori il mondo arabo-mediorientale, sarà infatti al centro delle iniziative con cui i Palestinesi che vivono nei campi profughi del Libano – oltre 500 mila persone – ricorderanno le vittime della strage e le cause della loro lunga diaspora, chiedendo al Libano e al mondo interno di non considerarli uomini e donne da dimenticare. Sono queste le ragioni che legano con un filo rosso questo viaggio con quello che ad agosto porterà tante compagne e tanti compagni a Gaza per ricordare che il diritto al ritorno riguarda tutti, dalla Giordania alla Cisgiordania, da Gaza alla Siria, senza dimenticare naturalmente il Paese dei Cedri.

Vi chiediamo di farci pervenire nel tempo più breve possibile le vostre intenzioni di partecipare, per consentirci di organizzare al meglio la visita.

Come partecipare… Continua a leggere ‘Missione Libano Settembre 2013: con i palestinesi, sempre!!!’

PREMIO CHIARINI 2012 – VINCE VAURO

RINVIATO PER NEVE E GELO. A GIORNI LA COMUNICAZIONE DELLA NUOVA DATA

Si svolgerà a Modena la terza edizione del Premio Chiarini.
Il Premio Chiarini, dedicato alla figura del giornalista del Manifesto Stefano Chiarini prematuramente scomparso cinque anni fa, si propone di istituire un riconoscimento all’impegno sul tema del Medio Oriente e in particolare della Palestina, con una speciale attenzione per il mondo dei media e della cultura.
Quest’anno il Premio sarà attribuito a Vauro Senesi per il suo impegno attraverso articoli, vignette e interventi televisivi a rompere il muro di omertà e disinformazione che sovrasta la questione palestinese.
Nel 2011 è stato attivamente protagonista della Freedom Flotilla 2, la missione di pace che aveva come obiettivo rompere l’assedio di Gaza e portare aiuti umanitari al popolo di Palestina che vi abita. Vauro era imbarcato sulla nave italiana della Flotilla2, – nave che portava proprio il nome di Stefano Chiarini – ed è stato bloccato, attraverso un vero e proprio atto di violenza internazionale, insieme a tutto l’equipaggio, nel porto greco di Corfù senza avere quindi la possibilità di arrivare a Gaza.

Di seguito una breve scheda su Vauro:
Vauro Senesi, noto semplicemente come Vauro, è un disegnatore, scrittore e personaggio televisivo italiano. Vauro è stato nel 1978 fra i fondatori de Il Male di cui oggi dopo il ritorno in edicola del settimanale è insieme a Vincino fra gli animatori. Dal 1986 al 2006 è stato assiduo editorialista e vignettista de il manifesto, collaborazione che prosegue tutt’ora. Le sue vignette sono state pubblicate sulle più importanti testate italiane e estere: Satyricon, Linus, Cuore, I Quaderni del Sale, L’Echo des Savanes, El Jueves e Il Diavolo. È stato direttore del settimanale satirico Boxer, collaboratore del Corriere della Sera e di Smemoranda.
Nel 1996 ha vinto il Premio di Satira politica di Forte dei Marmi.
Attualmente è vignettista ed inviato di PeaceReporter e collabora con la Ong Emergency, occupandosi dell’informazione e della comunicazione. Dal 14 settembre 2006 è stato nel cast della trasmissione televisiva di informazione Annozero, condotta da Michele Santoro. È ospite fisso nel programma Servizio pubblico di Michele Santoro.

La giuria del Premio è composta dai giornalisti Sandro Provvisionato, Sergio Cararo, Michele Giorgio, Marcello Lorrai, Stefania Limiti e Maurizio Musolino (presidente), dall’ex ambasciatore italiano in Libano, Giuseppe Cassini, dalla sorella dello stesso Chiarini, Antonietta, e da Kassem Al Aina, coordinatore delle Ong palestinesi in Libano.

Il Presidente della giuria del Premio “Chiarini”
Maurizio Musolino (335 5300861)

Ancora poche ore per iscriversi al viaggio della memoria in Libano

Per non dimenticare Sabra e Chatila

Ancora poche ore per iscriversi al viaggio della memoria in Libano

Settembre 1982 – settembre 2010

I recenti tragici avvenimenti al largo delle coste di Gaza hanno rimesso sotto i riflettori dei grandi media il tema dell’occupazione israeliana delle terre palestinesi e nello specifico dell’embargo illegale e criminale di Gaza.

Riflettori però sempre parziali e troppo spesso strumentali. Continua a leggere ‘Ancora poche ore per iscriversi al viaggio della memoria in Libano’

Il Presidente del Libano: “Nuestra Victoria Provino de la Unidad del Ejército, el Pueblo y la Resistencia”

da Al Manar – 25/05/2010 En la víspera del segundo aniversario de la Fiesta de la Resistencia y la Liberación, el presidente libanés, Michel Suleiman, felicitó a los libaneses y en particular a los combatientes de la Resistencia y a los soldados y oficiales del Ejército libanés. Continua a leggere ‘Il Presidente del Libano: “Nuestra Victoria Provino de la Unidad del Ejército, el Pueblo y la Resistencia”’

“Ugly Beirut” combatte per sopravvivere alla pace

http://www.osservatorioiraq.it/modules.php?name=News&file=article&sid=9303

COLA, IL CUORE ARABO DI BEIRUT

http://www.nena-news.com/?p=977